SISTRI - Pagamento contributo annuale Scadenza 30/04/2018

SISTRI - Pagamento contributo annuale  Scadenza 30/04/2018

09 Aprile 2018

Gentile cliente,

vi ricordiamo che  30 aprile 2018 è il termine entro il quale le aziende iscritte a SISTRI devono pagare il contributo relativo all’anno in corso.

Sono tenuti al versamento del contributo i soggetti obbligati e i soggetti che aderiscono volontariamente a Sistri

 Il contributo è versato da ciascuna azienda iscritta per ciascuna attività di gestione dei rifiuti svolta all’interno dell’unità locale.

Il contributo si riferisce all’anno solare di competenza, indipendentemente dal periodo di effettiva fruizione del servizio, e deve essere versato al momento dell’iscrizione. Tale disposizione si applica anche agli operatori che hanno aderito volontariamente al SISTRI anche qualora, nel medesimo anno solare, optino per il ritorno al sistema cartaceo.

 

IL PAGAMENTO POTRÀ AVVENIRE NEI SEGUENTI MODI:

  • presso qualsiasi ufficio postale mediante versamento dell'importo dovuto sul conto corrente postale n. 2595427, intestato alla TESORERIA DI ROMA SUCC.LE MIN. AMBIENTE SISTRI VIA C.COLOMBO, 44 - 00147 ROMA.
  • presso gli sportelli del proprio istituto di credito mediante bonifico bancario alle coordinate:
     IBAN: IT56L 07601 03200 000002595427

     IBAN: IT56L 07601 03200 000002595427

     CIN: L ABI: 07601 CAB: 03200 N.CONTO: 000002595427

     CODICE BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX

     Beneficiario: TESOR. DI ROMA SUCC.LE MIN. AMBIENTE SISTRI VIA C. COLOMBO 44 00147 - ROMA.

     CODICE FISCALE: 97047140583

 Le pubbliche amministrazioni possono pagare il contributo dovuto con versamento diretto sul CONTO ENTRATA TESORERIA

IBAN: IT88Z 01000 03245 348032259214

Nella causale di versamento, indipendentemente dal metodo di pagamento utilizzato, occorre indicare:

  • contributo SISTRI/anno di riferimento;
  • il Codice fiscale dell'Azienda;
  • il numero di pratica comunicato dal SISTRI, a conferma dell'avvenuta iscrizione.

 

Dopo aver effettuato il pagamento dei contributi spettanti, gli Operatori dovranno comunicare, accedendo all’applicazione GESTIONE AZIENDA, i seguenti estremi di pagamento:

In particolare è necessario fornire:

  • il numero della quietanza di pagamento rilasciata d alla Sezione della Tesoreria Provinciale presso la quale è stato effettuato il pagamento, ovvero il numero VCC-VCY della ricevuta del bollettino postale, ovvero il numero del codice riferimento operazione (CRO/TRN) del bonifico bancario ovvero, nel caso di pagamenti effettuati da pubbliche amministrazioni, riferimenti della disposizione di pagamento;
  • l'importo del versamento;
  • il numero di pratica a cui si riferisce il versamento.

Dopo aver effettuato il pagamento dei contributi spettanti, gli Operatori dovranno comunicare, accedendo all’applicazione GESTIONE AZIENDA, i seguenti estremi di pagamento:

  • il numero della quietanza di pagamento rilasciata d alla Sezione della Tesoreria Provinciale presso la quale è stato effettuato il pagamento, ovvero il numero VCC-VCY della ricevuta del bollettino postale, ovvero il numero del codice riferimento operazione (CRO/TRN) del bonifico bancario ovvero, nel caso di pagamenti effettuati da pubbliche amministrazioni, i riferimenti della disposizione di pagamento;
  • l'importo del versamento;
  • il numero di pratica a cui si riferisce il versamento.

L’omesso pagamento del contributo comporta l’applicazione della sanzione prevista dall’articolo 260 bis, c. 2 del D. Lgs. 152/2006:

I soggetti obbligati che omettono, nei termini previsti, il pagamento del contributo per l’iscrizione al sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI) di cui all’ articolo 188-bis, comma 2, lett. a), sono puniti con una sanzione amministrativa pecuniaria da duemilaseicento euro a quindicimilacinquecento euro. In caso di rifiuti pericolosi, si applica una sanzione amministrativa pecuniaria da quindicimilacinquecento euro a novantatremila euro. All’accertamento dell’omissione del pagamento consegue obbligatoriamente, la sospensione immediata dal servizio fornito dal predetto sistema di controllo della tracciabilità nei confronti del trasgressore.

Si ricorda che la Legge di Bilancio ha confermato per il 2018 la riduzione di tali sanzioni del 50%.

Restiamo a Vs. disposizione per ogni ulteriore chiarimento.

Altre news...